Instagram Facebook Linkedin
confapiemilia

Confapi Emilia

DANNI CAGIONATI DAL LAVORATORE NEL LAVORO SOMMINISTRATO: RISPONDE L’UTILIZZATORE

Con ordinanza n. 31889/2019, la Corte di Cassazione ha stabilito il principio per cui l’agenzia per il lavoro non risponde dei danni cagionati all’azienda utilizzatrice dal lavoratore somministrato, questo perché nella somministrazione il lavoratore non risponde al suo datore di lavoro “formale” (l’agenzia), ma a chi assume, nei suoi confronti, il potere direttivo e di controllo (utilizzatore) mediante l’inserimento nell’azienda e l’assegnazione di specifiche direttive.

Per visionare il documento integrale devi essere registrato.

VAI ALL'AREA RISERVATA