Instagram Facebook Linkedin
confapiemilia

Confapi Emilia

Lettera dal Direttore agli Associati: «VACCINAZIONE ANTI-COVID19 IN AZIENDA»

 

Lettera dal Direttore

«VACCINAZIONE ANTI-COVID19 IN AZIENDA»

Maggio 2021

Come noto, con dedicata circolare del 13 Aprile 2021, abbiamo condiviso le Linee Guida della Regione Emilia-Romagna finalizzate a dare attuazione alla campagna vaccinale anti-Covid-19 nelle attività produttive.

Fin da subito è stata evidente la volontà della Regione Emilia-Romagna di agire contenendo il più possibile la dispersione di tanti centri vaccinali aziendali, limitando gli stessi ad alcune decine di centri-hub aziendali in grado di raggiungere le 500 dosi somministrate al giorno, progetto che di fatto ha reso meno realizzabile, nei termini da noi prospettati, il format inizialmente proposto da Confapi Emilia e divulgato nella precedente ‘Lettera dal Direttore’ in collaborazione con ANPAS e Croce Rossa per supportare le nostre aziende nella campagna vaccinale, format che aveva comunque ricevuto tante adesioni e consensi per i presupposti e le finalità sulle quali era stata costituita.

Quanto riportato sopra è sicuramente fondato sul fatto che l’Emilia-Romagna si conferma una delle regioni nella quale viene effettuato il maggior numero di somministrazioni. Ecco alcuni dati: risulta essere del 30,2% la percentuale di emiliano-romagnoli vaccinabili (quindi con più di 16 anni) che hanno già ricevuto in Emilia-Romagna la prima dose, mentre è il 15,3% quella di chi ha completato il ciclo; il 93,3% delle persone con più di 80 anni ha ricevuto la prima dose, e lo stesso vale per il 71,8% dei 70-79enni.

Nonostante gli ottimi risultati raggiunti dalla nostra Regione in termini di somministrazione di vaccini, nella ferma convinzione che il supporto delle aziende possa contribuire ad accelerare ulteriormente la campagna vaccinale, abbiamo cercato, all’indomani delle nuove regole regionali, alcune valide alternative a supporto delle nostre aziende intenzionate a dare attuazione alla campagna vaccinale dei propri dipendenti.

Confapi Emilia ha per questo motivo raggiunto un accordo in convenzione con primario centro medico Poliambulatorio Pro-Medical per la Medicina del Lavoro, situato a Sassuolo in via Madrid 12, grazie al quale e nel quale le aziende associate avranno la possibilità di eseguire le vaccinazioni non appena lo stesso avrà concluso l’iter di accreditamento quale Hub-vaccinale che ha già attivato nei giorni scorsi.

Entrando nel tema delle vaccinazioni ricordiamo che:

  • l’adesione dei dipendenti è su base volontaria
  • la somministrazione dipenderà dalla disponibilità dei vaccini forniti dalla Regione;
  • le vaccinazioni verranno eseguite in idonei locali con autorizzazione sanitaria, con zone necessarie in caso di eventuale reazione avversa. Ad effettuare materialmente l’iniezione saranno Operatori sanitari e Medici, preparati attraverso una piattaforma dell’Istituto Superiore di Sanità: il Medico Competente, invece, si occuperà del triage preventivo sullo stato di salute del Lavoratore.
  • il costo dei vaccini è a carico del SSN mentre rimane a carico delle aziende il costo della organizzazione ed esecuzione delle vaccinazioni: sul tema, non essendo ancora noto il tipo di vaccino che verrà distribuito, non ci è stato ancora possibile definire con certezza il costo per la prestazione messa a disposizione del centro privato convenzionato. Sarà comunque nostra cura darvene specifica informativa non appena in possesso.

Riteniamo che la collocazione geografica del Poliambulatorio, considerati i limitati centri vaccinali privati che potranno garantire il rispetto dei requisiti di autorizzazione imposti dalla Regione Emilia-Romagna, possa essere un’ottima opportunità per le nostre aziende del territorio sia modenese che reggiano.

Sarà comunque nostra cura fornirvi a breve una valida soluzione anche per le aziende bolognesi non appena individuato un centro che in zona attiverà la procedura di accreditamento.

Riteniamo tale servizio strategico per:

  • completare, superando in questa fase ogni vincolo anagrafico, la vaccinazione della forza lavoro integrando il processo di vaccinazione pubblica già fortemente in atto;
  • modulare le tempistiche di vaccinazione del personale dipendente anche in funzione delle esigenze aziendali;
  • accelerare la vaccinazione, svincolandosi dal limite anagrafico, del personale trasfertista (soprattutto) internazionale utile alla loro mobilità;

Alle aziende anche solo potenzialmente interessate alla convenzione in esame per la vaccinazione dei propri dipendenti, confermiamo che la scrivente Associazione è a disposizione per fornire ulteriori chiarimenti (segreteria@confapiemilia.it / 059894811) ma soprattutto per mettervi in contatto con i nostri referenti dedicato presso il Poliambulatorio Pro-Medical: ricordiamo infatti che la consapevolezza del numero dei vaccini da somministrare sarà strategica e determinate per consentire alla Regione di programmare la loro distribuzione e anticipando così i tempi di consegna.

Allo stesso modo è essenziale che il Poliambulatorio sopracitato ottenga effettivamente l’accreditamento regionale al fine di poter procedere con la somministrazione vaccinale e dare un aiuto concreto alle nostre aziende. Ricordiamo che è già possibile procedere alla prenotazione delle vaccinazioni presso il Poliambulatorio Pro-Medica.

Come?

Nel «pieno rispetto della scelta rimessa esclusivamente al singolo lavoratore, delle disposizioni in materia di tutela della riservatezza, della sicurezza delle informazioni raccolte ed evitando, anche ogni forma di discriminazione», i lavoratori interessati potranno esprimere la loro adesione comunicandola al Medico Competente aziendale attraverso il sito www.promedicalsrl.eu, entrando nell’area dedicata e riservata “vaccini” con password che verrà successivamente comunicata alle Aziende interessate.

Il Direttore Stefano Bianchi