News

Articolo Gazzetta di Modena: “Confapi Emilia, l’assemblea sui temi del sostegno alle Pmi”

 

L’assemblea pubblica di Confapi Emilia che si terrà venerdì prossimo 24 settembre non sarà un appuntamento di routine. Basta scorrere la lista degli ospiti che prenderanno parte al dibattito che è stato organizzato e che ha come tema l’interesse che i grandi investitori stanno dimostrando per il nostro territorio e le relative ricadute per le piccole e medie imprese. Assieme al presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini, parteciperanno infatti all’incontro Giovanni Lamorte, che è il Cfo di Silk-Faw Automotive (ovvero colui che gestisce la strategia finanziaria dell’azienda cino-americana che presto inizierà a costruire il suo megastabilimento alle porte di Reggio Emilia per realizzare supercar elettriche), e Alberto Cirelli, il direttore marketing della GEP Informatica di Correggio, impresa che progetta e sviluppa software per la gestione della logistica. Con loro dialogherà anche il presidente dell’associazione di cultura economica e politica Guido Carli, il professor Federico Carli, nipote dell’ex ministro e governatore della Banca d’Italia.

Il dibattito promosso per venerdì prossimo dall’associazione, che si terrà dalle ore 18 nella sede della Margen spa di via Olanda 91 a Modena (è l’azienda del settore energetico di cui è amministratore delegato il presidente di Confapi Emilia Giovanni Gorzanelli) sarà moderato dallo scrittore e giornalista Flavio Pagano e si svolgerà alla presenza di 150 invitati oltre che dei principali esponenti del mondo istituzionale, economico e accademico.

« Nell’ultimo triennio Confapi Emilia – ricorda una nota dell’associazione – ha raggiunto importanti traguardi: l’apertura di una nuova sede a Modena, il rientro nel sistema confederale Confapi (2019), l’acquisizione della rappresentanza esclusiva di 450 piccole e medie imprese nelle province di Bologna, Modena e Reggio Emilia (con oltre 11mila addetti), l’avvio di un processo di digitalizzazione di tutte le sedi territoriali, che consente di rispondere in tempo reale alle necessità degli associati».

«Nello stesso periodo – dice la nota – sono stati ricostituiti il Gruppo giovani imprenditori e il Gruppo donne imprenditrici, e sono proseguite le attività di Unimatica Confapi Emilia e di Unionmeccanica Confapi Emilia. Forte del successo ottenuto, dal 24 settembre inizierà il nuovo ambizioso programma che Confapi Emilia intende realizzare, interamente concepito e finalizzato – conclude – al sostegno e al successo delle piccole e medie imprese emiliane».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.